Zucchero

Dune mosse

Non tutti sanno che…nel 1988 Zucchero si trovava alle Maldive e nel pieno della notte, squillò il telefono. Dall’altro capo del filo una voce che sembrava dire delle assurdità: “Guarda, sono qui con Miles Davis, che ha sentito "Dune Mosse" alla radio in un ristorante in Italia l’altro giorno. Gli è piaciuta, e vorrebbe suonarla”. Zucchero è convinto che si tratti di uno scherzo, e attacca il telefono. Fatto sta che il telefono squilla ancora, e la voce insiste, cerca di convincere Zucchero, e alla fine lui, un po’ scettico, cede. L’appuntamento tra Miles Davis e Zucchero è fissato… al primo aprile. Fornaciari pensa sempre di più a uno scherzo, ma si presenta a New York, lasciando la moglie al mare. Appena arriva, il musicista non perde tempo in saluti e avvisa Zucchero che sta suonando in una tonalità sbagliata. Zucchero rimane di ghiaccio, ma ribatte: ha scritto lui il brano, saprà in che tonalità è o no? Alla fine la tensione si spezza, quando Fornaciari capisce che Miles Davis deve aver ascoltato Dune Mosse su uno stereo scarico, che ha quindi abbassato la tonalità del disco. Da qui, i due vanno lisci come l’olio, registrano cinque versioni di Dune Mosse e l’ultima è la prescelta.

Dune mosse