La tassa minima globale e i vaccini e i giovani

La tassa minima globale e i vaccini e i giovani

In apertura sulle prime pagine dei quotidiani in edicola questa mattina l'accordo raggiunto dai ministri delle finanze del G7 su una tassa minima globale per le multinazionali: "Si pone fine alla stagione del sovranismo" commenta Giacalone, stabilendo una tassa minima per alcune aziende che producono servizi dematerializzati. Non c'è per ancora nulla, bisognerà passare dai parlamenti nazionali di Paesi come Irlanda e Ungheria dove oggi la tassazione è inferiore. Questi Paesi attirano gettito e residenze fiscali, non sono solo più generosi". Sull'avanzamento della campagna vaccinale e il traguardo raggiunto delle seicentomila dosi in un giorno, "molto bene, tanto si deve ai giovani che si sono messi in fila".