La cecità come rifiuto del dono di Dio padre

La cecità come rifiuto del dono di Dio padre

"Più un cieco guidare un altro cieco?" Perderebbero entrambi la strada e rischierebbero di cadere. Entrando però nella storia del Vangelo, quando Gesù guarisce un cieco, si parla di cecità di chi crede di poter comprendere dall'esterno senza accogliere il dono dello spirito. Nel Vangelo spesso si fa riferimento alla luce e alla vista. Questo il cuore del pensiero della domenica di Don Dario Viganò, vice Cancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze e della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali.All'interno di Non Stop News, con Barbara Sala, Luigi Santarelli e Stefania Iodice