Carlo Verdone a RTL 102.5

In collegamento in W L'Italia

Carlo Verdone, ospite in collegamento a “W L’Italia" è i intervenuto per parlare del suo nuovo libro “La carezza della memoria”.Sto bene, l’umore è buono, certamente tutte le notizie sulle varianti del virus non portano una grande leggerezza nell’animo. Qualche preoccupazione c’è. Quello che possiamo fare è stare molto attenti. Riguardo al libro Verdone ha detto: dopo il primo libro che ho scritto, pensavo di avere esaurito i miei ricordi. Se uno non ha niente da dire è inutile che si metta a scrivere un libro solo perché il precedente è andato bene. Farebbe solo una brutta figura. Io sono stato fermo nove anni e mi è venuto incontro uno scatolone, sigillato dal 2013 che ho trovato in una notte di lockdown. Quella notte ero molto inquieto perché no si sentiva nulla, in una città come Roma che invece è molto rumorosa.  Aprendolo sono uscite fuori fotografie, oggetti, appunti, santini, occhiali e portafogli. Ogni oggetto aveva una storia da essere raccontata. A quel punto mi sono detto che forse avevo trovato il tema per il prossimo libro. Questi oggetti mi hanno portato a memorie lontane e recenti.  Carlo Verdone è stato ospite in “W L’Italia" con Angelo Baiguini, Federica Gentile e Daniela Collu.

In collegamento in W L'Italia