Carlo Conti

a RTL 102.5

Carlo Conti si è collegato in W L’Italia per parlare della scomparsa del Maestro Franco Battiato. Carlo ha detto: ho avuto la fortuna di averlo ospite nella strada che faccio tutti gli anni a giugno ad Assisi, con il cuore nel nome di Francesco. Credo che fosse il 2017 e che sia stata una delle sue ultime apparizioni televisive. Oltre alla magia che aveva creato in scena, cantando “La cura” e altri suoi grandi successi, ho avuto la fortuna di stare quasi una giornata con lui. Abbiamo mangiato insieme alla mensa dei frati francescani, che poi ci hanno aperto la biblioteca facendoci toccare e vedere da vicino dei libri importantissimi e lui seguiva tutto con fascino e  magia. Quando toccò un libro che non si poteva toccare, il custode della biblioteca non ebbe nemmeno il coraggio di dirgli che quel libro non si poteva toccare. Un altro ricordo è di quando ancora facevo la radio e passavo i suoi brani senza apprezzarne appieno il significato. Al matrimonio di una amica di famiglia, misero il brano La cura, e in quel momento capì la vera forza e la vera potenza di quelle parole.Credo che l’album del 1981, La voce del padrone, rappresenti una svolta di Battiato, clamorosa, con un successo dietro l’altro, anche se lui quelle le considerava un pò delle canzonette.Riascolta tutta l’intervista  su RTL 102.5 Play.Carlo Conti in W L’Italia, con Angelo Baiguini, Daniela Collu e Federica Gentile

a RTL 102.5