Stereophonics

Stereophonics

Hanging on Your Hinges

Con 25 anni di attività alle spalle, gli Stereophonics hanno deciso di tornare ad un rock tagliente, base perfetta per le tinte blues nella voce di Jones come si intuisce dal primo singolo estratto dall'album, 'Hanging On Your Hinges'."E'la canzone che rappresenta meglio Oochya! più di tutte, per questo volevamo che fosse la prima cosa da far ascoltare ai fan" - ha detto il cantante degli Stereophonics- "E' stata molto influenzata dal mio amore per le prime cose degli ZZ Top, da cose più scure come Masters Of Reality dei Black Sabbath e direi anche un po' da Iggy Pop. In qualche modo è anche un piccolo omaggio alla nostra Bertender & The Thief". Per gli Stereophonics si tratta di un deciso cambio di sound rispetto al precedente "Kind" del 2019:"Sul disco ci sono un sacco di momenti diversi", ha detto Kelly Jones al NME, "Ma è molto più rock'n'roll di Kind, siamo proprio al centro del nostro suono. Ci sono momenti della vita in cui guardi maggiormente dentro di te e non puoi falsificare quelle canzoni rock. Amo le canzoni con grandi riff di chitarra e ho un sacco di idee registrate sul cellulare, ma se non le senti tue in quel momento non ha senso scriverne i versi. Negli ultimi anni è stato così ma questa volta ho sentito che era arrivato il momento".

Hanging on Your Hinges