Amyl and The Sniffers

U Should Not Be Doing That

Amy Taylor racconta: "Liricamente sono entrambi abbastanza auto-esplicativi. ‘U Should Not Be Doing That’ mi fa ridere, ma in un certo senso prende anche in giro lo shock che la gente prova ancora di fronte ad un abbigliamento un po' succinto e il modo di fare da liceale stronzo ancora tipico della comunità musicale (sì, sto parlando di voi, metallari quarantenni medi seduti intorno a un tavolo a fare battute e a lamentarsi di una ragazza di 28 anni perché indossa pantaloncini corti e si “svende”), ma soprattutto mi fa ridere. È inconscia e non significava nulla al momento in cui è stata scritta, ma ora penso che sia un modo comico di strofinare il naso del cane nella sua stessa pipì dopo che l’ha fatta sul tuo tappeto preferito o qualcosa del genere”.